La Bici del Mese – Tommasini Prestige 1975
 
giovedì, 26 luglio 2018

La Bici del Mese – Tommasini Prestige 1975


By Andrea Fossati
www.steel-vintage.com

Tradizione e artigianato dal cuore della Toscana. Dal 1957 le biciclette da corsa Tommasini hanno affascinato appassionati da tutto il mondo per la particolare cura dei dettagli e un’inconfondibile estetica.
 


Tutto ha inizio nel 1948, quando Irio Tommasini – all’epoca ciclista professionista – decide di imparare l’arte della saldatura e limatura in un’officina di biciclette milanese. Sin da subito abile artigiano e meccanico, Irio Tommasini coltiva ulteriore esperienza nel mondo delle corse e nel 1956 viene ingaggiato dal team Nivea-Fuchs  dove lavora al fianco di Faliero Masi.
 
Nel 1957 Irio Tommasini decide quindi di avviare la sua attività nella città natale, Grosseto. Qui ha la fortuna di collaborare con alcuni dei più esperti telaisti italiani tra cui Giuseppe Pelà, senza dubbio uno degli artigiani migliori della suo epoca. Da quel momento in poi le biciclette Tommasini vengono riconosciute in tutto il mondo per la cura sopraffina dei dettagli, specialmente nei telai fatti su misura del corridore.


 
La Tommasini Prestige qui ritratta incarna la bellezza tipica dei lavori del maestro toscano. Costruito con tubazioni Columbus SL – apprezzate da artigiani e corridori di un ventennio intero per leggerezza e rigidità – il telaio è datato 1975 e rappresenta il perfetto equilibrio tra decorazione e austerità, quest’ultima tipica delle biciclette da corsa degli anni Settanta.

Le congiunzioni finemente limitate e le incisioni della testa forcella e della scatola movimento centrale testimoniano l’influenza di Giuseppe Pelà nelle biciclette Tommasini di questo periodo (Pelà lavora con Tommasini fino al 1972).


 




Quanto ai componenti, questa Tommasini Prestige è montata con un gruppo Campagnolo Super Record della prima generazione, scelta abbastanza comune per biciclette da corsa di alta gamma a metà degli anni Settanta –  la seconda generazione del Super Record risale al 1978. Cerchi Mavic, attacco e manubrio Cinelli completano la bicicletta.









Completamente revisionata nell’officina berlinese di Steel Vintage Bikes, questa Tommasini Prestige rappresenta la bicicletta Eroica per eccellenza: storia e artigianalità.